Eventi

“Donne e motori”a villa Domi contro la violenza di genere

Oggi a villa Domi, dalle 10.00 alle 22.00, a Napoli si affronterà il delicato argomento della violenza di genere. L’idea è quella di cancellare lo stereotipo maschile che tende a rappresentare la donna come elemento accessorio di bellezza negli eventi di rappresentanza.

Stavolta, le protagoniste avranno un percorso da raccontare, sono donne che si sono distinte nel loro percorso di vita, con tanta esperienza da trasmettere alle nuove generazioni. Il connubio “donne e motori” parte dallo stereotipo, tanto rimarcato nella società italiana, e al tempo stesso superabile con storie di donne che hanno fatto la differenza.

Un evento con una lunga lista di ospiti e sponsorizzazioni, a partire da Impresa Donna, Officina delle idee, Banca Generali, Club Supercar Italia, Mai più violenza, Confesercenti e tanti altri.

Durante la giornata, le premiazioni…

In palio il premio “Donne e motori. Gioie e mai più dolori” che andrà ad un’ospite, tra le presenti protagoniste. Come si evince dalla foto, le donne premiate hanno tutte un percorso differente di vita, costellato da difficoltà vissute nello scontro tra generi. Viviamo ancora in una società, dove il “tetto di cristallo” (ovvero la difficoltà ad occupare posizioni professionali maschili per una donna esiste ancora ed è tanta) prevale sulla parità. I premi saranno consegnati dalla madrina dell’evento, la showgirl Francesca Brambilla (in foto, in anteprima)

Condividi su
  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    28
    Shares

Enza Angela Massaro è laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Giornalista pubblicista su Nano Tv e Vox News. Blogger Fanpage, sito personale www.respirandorosa.it. Coordinatrice e presentatrice per eventi culturali e presentazioni di libri. Scrive di attualità e cronaca. Si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film noir. Decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.