Le tipologie degli uomini da evitare…

Ci sono arrivata anch’io a scrivere quest’articolo, come mai, vi direte? Perché nonostante abbia provato ad esporvi argomenti sulle relazioni trattandole dal punto di vista scientifico, ho capito che oggi ciò che le persone cercano è il racconto di storie dal sapor tangibile. Ho così fatto un elenco delle tipologie degli uomini da evitare. Mi riferisco a coloro che non hanno ancora raggiunto un livello di maturità tale da poter comprendere una donna. Ecco un elenco che mi ha fatto molto divertire, pensato e ragionato, insieme a delle amiche che hanno incontrato più o meno tipologie simili. Ed ecco che ho pensato di parlarvene…

CLASSIFICA

  1. Il narcisista: l’uomo dalle mille sfumature che sembra darti il paradiso ma ti sta per scaraventare all’inferno. Esistono studi a riguardo molto dettagliati. Il punto è che la storia con questi uomini non capitolerà mai ad una fine normale, sarà sempre costellata da enormi sofferenze. Inoltre, creano dipendenza. Ci sono diversi gradi di narcisismo, non tutti sono patologici, ma hanno qualcosa in comune… sono degli eterni egoisti.
  2. Il pokémon: l’uomo orsacchiotto, molto tenero, che ti manda mille messaggi al giorno, che ti tempesta di bacetti, che ti promette che non ti lascerà mai e ti costringe a lasciarlo prima di rischiare un esaurimento nervoso. All’inizio sembrano innamorati, invece sono eterni bamboccioni, molto insicuri e il più delle volte bugiardi. Non vogliono una donna, ma una mamma o un’eterna rassicuratrice.
  3. Il mammone: al contrario del pokemon, il mammone è l’uomo che sin dal primo giorno ti parlerà di sua madre, la renderà presente in ogni circostanza e sarà nutrito e vezzeggiato dalla stessa tutte le volte in cui avrai un litigio con lui. Guai a toccargli la mamma, lo hai perso per sempre. All’inizio sono molto affettuosi e presenti, poi si aspettano che tu li tratta come figli. Inutile dirlo, ma stiamo parlando di un complesso edipico mai risolto… ed è meglio starne alla larga.
  4. L’eterno adolescente: veste i panni di un bamboccio o di un rampollo, spesso lo trovi in tenuta sportiva con aggeggi tecnologici all’avanguardia ed è con la testa rivolta sempre a guardare ogni donzella che passa, idealizzandola. Esistono diversi tipi, dai nerd ai rockettari, dai sapientoni ai finti intellettuali che si differenziano per stile e modo di fare, ma con le donne chi più, chi meno, assumono atteggiamenti simili. Anche a quarant’anni sembrano dei mocciosi. Inizialmente mettono allegria e sembrano, per alcuni tratti, anche capaci di fare un discorso razionale e assumersi le proprie responsabilità. Con il tempo si dimostrano deboli e dipendenti, incapaci di gestire le proprie emozioni e come iniziano una storia, così la terminano, senza preavviso.
  5. Il tirchio: già dal primo appuntamento manifesta il suo cattivo rapporto con il denaro, ne parla spesso e trova il modo per farti pagare, o se ti offre una pizza, se ne esce con un’espressione infelice:”Vabbeh, alla prossima paghi tu!”. Al casello dell’autostrada si aspetta sempre che tu tiri fuori il portafogli per gli spiccioli. Fa attenzione a quando deve comprare qualcosa, per ogni suo acquisto ci pensa mille volte ed è capace di farti fare figure imbarazzanti con commessi per risparmiare anche laddove non è possibile. Avido nei soldi, ma anche nelle relazioni. Molto attento al suo ambiente, si apre difficilmente ed è sospettoso, difficilmente si fiderà di qualcuno, figuriamoci di una donna. Si tratta di un difetto che quasi mai abbandonerà.
  6. Il noioso: per eccellenza, non sa come rendersi interessante. Il tono della voce è spento. Magari ha un aspetto gradevole, preparato, ma dopo un po’ non vedi l’ora di andartene a casa. Quest’uomo è molto razionale, in genere, è anche dotto, conosce molte cose, vuole insegnarti troppe cose, ma è insopportabile. Non ride mai, non ha discorsi rilevanti, non si appassiona alle cose, è semplicemente spento. Se è così fin dall’inizio della storia, figurati dopo…
  7. L’imbranato: non è colpa sua, ma non ci sa fare. Guida la macchina a malapena, sbaglia di continuo le strade, dimentica le cose, gli cadono spesso gli oggetti da mano, ti versa qualcosa addosso o mentre parla gesticola così tanto da sbrodolare. E’ uno che quando cammina inciampa, va a finire sulle persone, distratto enormemente. Una persona così all’inizio può sembrare buffa, divertente, magari stimola anche un senso materno di protezione, ma dopo posso assicurarti che te ne vorrai liberare al più presto. Magari sarà bravo in altre cose, ma ne dubito.
  8. Il bugiardo cronico: non riesce a non mentire, è più forte di lui. Inventa storie da megalomane, è diretto a conquistare un obiettivo e lo porta avanti indipendentemente dalle conseguenze. Ama gli estremismi, le finzioni, le apparenze. Vive in un mondo tutto suo e guai a te se provi ad introdurti, preferirà perderti piuttosto che dirti una sana verità su qualcosa che fa. Sono persone insicure, a volte, tali da scadere in alcune patologie. La doppia personalità, ne è un esempio.
  9. Il piacione: si vanta di avere numerose proprietà, auto di lusso, abiti firmati… Ed ostenta in ogni sua azione la sua vita agiata. Ti conquisterà con mille regali, cene sul mare, vacanze da urlo. Si tratta di una favola che dura il tempo di un incontro sessuale più o meno appagante. Appena trova una ragazza che lo stuzzica di più, non esita a lasciarti o a tradirti e a frequentarne altre. Si tratta di persone che aldilà del loro aspetto che possa essere piacevole o meno, hanno l’idea arcaica della donna sottomessa, da trattare come oggetto e spesso molte vittime sono ragazze innocenti, che non si sono mai lasciate andare. Sono attratti dalle donne che non hanno molta esperienza o che vivono un momento di difficoltà, ovviamente perché è  facile circuirle nella loro debolezza.
  10. Il bello che non balla: diciamocelo francamente, quante volte ti è capitato di vedere un bel ragazzo, di captare il suo sguardo ricambiato, di sentire le gambe che ti tremano, ma poi appena ci parli, ti crolla tutto il castello? Ebbene, esiste la categoria dei belli che non ballano. Curati, palestrati o meno, poco conta, sono dei ragazzi che madre natura li ha fatti belli, ma sono ignoranti! Non sanno che dire, che cosa fare, non riescono ad intavolare un discorso. Sono ego-diretti, ridono spesso anche senza motivo, si meravigliano per l’ovvio e fanno fare spesso delle figuracce. Il più delle volte hanno anche dei problemi sessuali. Servono per le copertine, e basta!

Detto tra noi, quasi ogni donna ha incontrato almeno un tipo del genere nella vita e, a volte, capita che certi uomini abbiano più caratteristiche insieme di quelle elencate, ma ciò non è una banale categorizzazione. Non voglio generalizzare, né pensare che siano così malridotti, ma sicuramente è un modo per pensarci…

Presto vi parlerò degli uomini da non far scappare….

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 thoughts on “Le tipologie degli uomini da evitare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *